Abbiamo realizzato una case history per raccontare a clienti e a imprese partner l’applicazione dell’impermeabilizzante Poliur LV (Poliurea a freddo), volta a risolvere i problemi di infiltrazione d’acqua su qualsiasi superficie.

 

Le fasi dell’impermeabilizzazione

Nel documento prodotto sono indicate, nel dettaglio, tutte le fasi per compiere un’impermeabilizzazione a regola d’arte. Si parte dalla verifica della superficie da trattare, si passa alla sua pulizia e all’applicazione di Poliur LV. Inoltre si spiega come, mediante uno spolvero di sabbia quarzifera, l’impermeabilizzante Poliur LV (Poliurea a freddo) diventi carrabile e antiscivolo. Un’ultima sezione riguarda l’applicazione di Poliur Lv (Poliurea a freddo) per l’impermeabilizzazione delle vecchie guaine bituminose.

 

I materiali da impermeabilizzare con Poliur LV

Infine si ricordano tutti i materiali che possono essere trattati e quindi impermeabilizzati: calcestruzzo, cotto, graniglia, tnt, poliuretano spruzzato, polistirolo, gres, ceramica, lamiere, vetro, plastica. Per scaricare la case history su Poliur LV, clicca qui. Si ricorda che Dry Wall System è applicatore (si occupa con i suoi tecnici specializzati di realizzare l’impermeabilizzazione) ed è anche fornitore del prodotto per il cliente finale e per le imprese edili e di impermeabilizzazione.

Case history sull’impermeabilizzante Poliur LV parte 1
Case history sull’impermeabilizzante Poliur LV parte 2
Case history sull’impermeabilizzante Poliur LV parte 3