Più volte abbiamo parlato di interventi di deumidificazione attraverso l’iniezione dello speciale idrorepellente DWS 1000 nel muro umido o bagnato a causa del fenomeno dell’umidità ascendente (o umidità di risalita). Tuttavia, non è sempre facile comprendere tale operatività, soprattutto se non si è specialisti del settore delle deumidificazioni e delle impermeabilizzazioni.

L’idrorepellente deumidificante dei muri umidi si diffonde anche per 50 centimetri sopra il foro di iniezione

Per far capire a tutti il funzionamento della barriera chimica abbiamo realizzato un filmato ad hoc, durante un intervento in un edificio prestigioso di Roma, dove si può osservare la diffusione dell’idrorepellente DWS 1000 all’interno del muro umido, spesso circa 80 centimetri. La barriera chimica, per funzionare, deve creare una totale imbibizione dell’intera sezione del muro e quindi necessita di pressione. Il risultato certo dell’intervento è dato infatti dal reale attraversamento dell’idrorepellente in tutta la sezione del muro. In particolare, in questo video si vede come viene usata una pompa Dry Wall System e i relativi packer, e la diffusione dell’idrorepellente che addirittura si spande anche sopra il foro di iniezione per circa 50 cm.

Dimenticate le bottigliette “deumidificanti”…

Tale risultato è inimmaginabile con i sistemi a caduta che non hanno pressione di spinta. Ancora oggi interveniamo su lavori realizzati da imprese sprovvedute che immettono bottigliette nel muro e per caduta del liquido contenuto al loro interno dovrebbero compiere la “deumidificazione”…